Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

OK

Login

StudioPinelliArchitetti


Architettura e progettazione edilizia

Richiesta veloce preventivo
NOME
E-MAIL
TEL
TIPO
MESSAGGIO

Località: Cazzago (BS)

 

Committente: Comune di Cazzago

 

Cronologia: 2009

 

Il progetto è stato elaborato in occasione del concorso bandito dal Comune di Cazzago per la realizzazione della nuova scuola materna. La volumetria dell’edificio, anche se molto articolata, risulta estremamente semplice e compatta. Il plesso scolastico si suddivide in tre parti funzionali ben definite - scuola materna, micronido, blocco servizi - collegate tra loro da uno spazio intermedio, il salone-mensa. Un atrio all’ingresso precede il grande salone che oltre a svolgere la funzione di mensa e di locale polivalente per attività didattiche o interclasse, può accogliere genitori, bambini e insegnanti in attività extra-scolastiche. Nelle ore notturne atrio e salone si trasformano in una grande lampada che illumina l’intorno circostante. Collocato in posizione baricentrica, il salone ha un’ampia apertura verso Est ed è illuminato perimetralmente da finestre a nastro collocate in prossimità della copertura. La centralità di questo spazio suggerisce lo sviluppo delle varie funzioni. L’accesso del personale addetto alla preparazione e alla somministrazione dei pasti sarà separato da quello di genitori e bambini, così come le operazioni di trasporto, di carico e scarico delle derrate alimentari. Forme, materiali e colori sono pensati per configurare ambienti calmi e omogenei, oltre che atti a evitare qualsiasi problema di sicurezza nella gestione degli spazi. Orientato longitudinalmente sull’asse Est-Ovest, l’edificio otterrà il maggior vantaggio dal punto di vista termico e luminoso. Sul prospetto Sud-Est l’edificio si scompone in una serie di volumi che abbracciano il sole e il verde. Sono le aule della scuola materna Sul lato Ovest affacciano invece le due sezioni di micronido, volumetricamentepiù compatte e in diretta comunicazione con l’esterno, con spazio esclusivo per il gioco. I servizi per il personale sono localizzati al centro del complesso in un blocco che racchiude i servizi principali. A livello tipologico e tecnologico gli obiettivi principali sono due: dotare l’edificio di un alto grado di comfort a diversi livelli e contemporaneamente perseguire il risultato di un risparmio energetico attraverso elementi passivi e attivi. La copertura delle aule è monofalda per ospitare i pannelli solari per la produzione di acqua calda e fotovoltaici per la generazione di energia elettrica in misura adeguata alle esigenze del complesso scolastico. Le murature esterne del fabbricato sono di grosso spessore al fine di garantire una elevata inerzia termica.