Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento e utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

OK

Login

StudioPinelliArchitetti


Architettura e progettazione edilizia

Richiesta veloce preventivo
NOME
E-MAIL
TEL
TIPO
MESSAGGIO

Località: Sassuolo (MO)

 

Committente: Fresh Farm

 

Cronologia: 2012 (progetto) - 2013 (realizzazione)

 

Il progetto consiste nella realizzazione della nuova sede di Freshfarm.it, rivenditore attivo nel settore degli snowboard e dei relativi accessori ed abbigliamento.
Poiché l’attività dell’azienda si sviluppa principalmente online, sino ad ora era stato sufficiente, per la vendita tradizionale, un negozio dalle dimensioni molto ridotte. In seguito, si è reso necessario un trasferimento all’interno di una sede più ampia, che consentisse tra l’altro di unire il punto vendita con il magazzino, situato ad una distanza di 5 km dal negozio precedente.

Sin dall’avvio dell’attività il titolare ha inteso evocare, come dimostrato dal nome stesso dell’azienda, il mondo agricolo di provenienza della propria famiglia; questa è stata la base per ogni aspetto del progetto della nuova sede. 
Era già a disposizione della proprietà un fabbricato agricolo utilizzato in precedenza come stalla, ed ormai in disuso, localizzato in zona pedecollinare nelle vicinanze di Sassuolo.

Trattandosi di un’area vincolata dal punto di vista paesaggistico, non era consentito alterare la sagoma esterna del fabbricato o la scansione delle aperture; all’esterno ci si è quindi limitati alla variazione del colore, proponendo un tema decorativo semplice ma ricorrente nel contesto di riferimento e ad esso più consono, nonché ad un riordino dell’area cortiliva prospiciente il fabbricato. 

L’ampio spazio interno è stato invece suddiviso in due parti; la più estesa è destinata a magazzino, con l’utilizzo di un efficiente sistema di scaffalature metalliche prefabbricate, mentre la restante superficie ospita l’esposizione e vendita tradizionale, che si svolge comunque secondo logiche di e-commerce. Viene infatti esposta soltanto una parte degli articoli; grazie a terminali e tablet messi a disposizione della clientela, è possibile consultare l’intero catalogo. Una volta individuato l’articolo di interesse, l’addetto provvede immediatamente a prelevarlo dall’adiacente magazzino.

Anche gli arredi sono stati scelti in coerenza con la volontà di esprimere il forte radicamento al mondo agricolo e la vocazione “green” del marchio, intesa sia come cultura contadina di riferimento, sia come rispetto per l’ambiente. Si tratta infatti per la maggior parte di oggetti “riciclati”, già in possesso del cliente in quanto recuperati dall’attività agricola ormai cessata (attrezzi vari, gabbie, aratri, ruote di trattore, ecc.) o comunque di arredi “poveri”; i restanti elementi, destinati a funzioni molto specifiche (cabine prova, espositori per tavole ed abbigliamento, ecc.) sono stati addirittura concepiti e realizzati artigianalmente dal cliente stesso.
Il fabbricato è stato inoltre ristrutturato in modo da contenere al massimo i consumi energetici, con un forte investimento per la coibentazione e per un impianto fotovoltaico costituito da pannelli disposti sull’intera superficie della copertura. 
Il risultato è quindi un ambiente dall’atmosfera familiare, “grezza”, pienamente in linea con il contesto, ed al tempo stesso giovane e moderna, per rispondere efficacemente al target di riferimento.